La festa di Piadena: 24-25-26 marzo 2017

Festa della Lega di Cultura di Piadena 2017 - Cartolina

Quest’anno la Lega di Cultura di Piadena compie 50 anni.

La festa ormai dura tre giorni, sarà ancora più bella e vorremmo più partecipata: il concerto al teatro, la proiezione di film, la presentazione del libro Il muro di Piadena 1997-2017, il convegno, la festa della domenica con i canti alla stesa.
Andate sul sito della Lega: c’è il programma completo della tre giorni, compresi gli indirizzi utili per pernottare in zona.

Ovviamente ci sarà anche il nostro Istituto Ernesto de Martino con il “banchino” con dischi, cd, libri, riviste, musicassette e sopratutto con le nuove tessere per l’anno 2017.

Speriamo di vedervi in tanti!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Almen nel canto non vogliam padroni, quinta edizione

L’Associazione musicale Gruppo pane e guerra
– emigrazione, resistenza, guerra, lavoro… e altre storie –
con il patrocinio del Comune di Ponteranica
con la collaborazione dell’Associazione Bandistica Musicale Vivace
e la Cooperativa Dante Paci e Ferruccio Dell’Orto

Presenta la quinta edizione di
Almen nel canto non vogliam padroni
Il nostro canto libero

Sabato 25 febbraio 2017
dalle ore 14:00 presso il centro “Vivace” di Ponteranica
in Via Papa Giovanni XXIII
e dalle 20:30 presso l’Auditorium Comunale di Ponteranica

È un incontro di tante voci di cultura popolare, sociale, lavoro, protesta, libertà.
Quest’anno è dedicato a Mimmo Boninelli e Riccardo Schwamenthal, due persone straordinarie che hanno saputo creare cultura dal basso.

Mimmo Boninelli e Riccardo Schwamenthal

Mimmo Boninelli e Riccardo Schwamenthal

 

Ecco il programma dettagliato della giornata

  • Ore 14:00 – Ritrovo presso il Centro Vivace di Ponteranica
  • Ore 14:30 – Riflessione con Sandra Boninelli, Stefano Arrighetti, Luigi Battaglia
  • A seguire laboratori aperti a tutti su canto popolare di ieri e oggi a partire da Mimmo e Riccardo
  • Ore 19:00 – Cena in loco (prenotazione obbligatoria) euro 12,00
  • Ore 20:30 – Tutti all’Auditorium Comunale di Ponteranica in Via Valbona 73, dove ascolteremo gli elaborati dei vari gruppi di lavoro

Ingresso libero

Per la cena è necessario prenotarsi entro il 20 febbraio 2017 contattando Serena: cellulare 333.335.97.21, email m.seri@yahoo.it

Per chi viene da lontano e ha intenzione di fermarsi a dormire i compagni di Pane e guerra offrono ospitalità gratuita presso le loro case per la notte del 25 febbraio. Anche queste richieste devono arrivare entro il 20 febbraio 2017. Contattare Renziana: cellulare 349.652.89.06, email renziana.zanni@intesanpaolo.com

Per maggiori informazioni
Email: info@paneguerra.org
Facebook: https://www.facebook.com/groups/251240297807

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Io vorrei – La lezione di Giovanna Marini

19 gennaio 2017

In occasione degli ottant’anni
di Giovanna Marini
Castelvecchi editore pubblica

Io vorrei
La lezione di Giovanna Marini

Di Paolo Crespi

Io vorrei - Copertina

Collana: Storie
pp. 192, Euro 18.50

Prefazione di Moni Ovadia

Con contributi di Vinicio Capossela, Ascanio Celestini, Elio De Capitani, Francesco De Gregori, Pippo Delbono, Dario Fo, Citto Maselli, Giuseppe Morandi, Marco Paolini, Sandro Portelli, Umberto Orsini, Antonella Talamonti.

Giovanna Marini è la più prolifica e poliedrica cantautrice e compositrice italiana contemporanea. Musicista completa, diplomata in chitarra classica al Conservatorio Santa Cecilia di Roma e successivamente allieva di Andrés Segovia, dagli anni Sessanta a oggi è stata una presenza costante sulla scena musicale italiana, nella discografia e nella didattica, con picchi di popolarità legati soprattutto alla fortuna del canto popolare e ad alcune stagioni della canzone di protesta.
Rivolto a un pubblico trasversale, questo libro intende superare gli steccati raccontando – anche attraverso una serie di testimonianze originali di registi, uomini di teatro, colleghi cantautori – l’ispirazione e il profilo intellettuale di Giovanna Marini nei vari aspetti della sua multiforme produzione musicale e poetica: ballate, oratori, opere, cantate, musiche per il teatro e per il cinema, in uno sguardo d’insieme che porta alla luce il filo conduttore della sua opera in oltre cinquant’anni di attività.

Paolo Crespi

Giornalista freelance. La sua formazione e la sua vita professionale sono state attraversate, in modi e tempi diversi, da due grandi passioni: il teatro e la multimedialità. Nel 2016, con Mark Perna, ha pubblicato Professione Youtuber (Apogeo Education, Gruppo Maggioli).

www.castelvecchieditore.com

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Ex fabrica

Una fabbrica chiusa, dopo cento anni di lavoro, le macchine e gli attrezzi al loro posto.
I segni dell’operaio lasciati sui muri, sulle carte appese, sugli oggetti. Qui non c’è più nessuno, ma restano le tracce che raccontano una storia di menti, corpi, mani, che creavano con la loro abilità artigianale bulloni per i binari delle ferrovie. E noi abbiamo viaggiato su quei binari dal Sud al Nord dell’Italia e poi di nuovo dal Nord al Sud per tornare a casa. Ora restano la storia e le storie di chi lì ha vissuto e lavorato.
Le foto di Giorgio Scalenghe, scattate nel 2013, ritraggono i locali, gli oggetti e gli attrezzi presenti in una piccola fabbrica metalmeccanica da poco dismessa di un paese dell’area alpina piemontese (Vogogna, prov. Verbano Cusio Ossola).

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

“Ol me’ bontemp” – 1973-1974: la Ricerca Adda a Premana

L’Istituto Ernesto de Martino,
il Museo Etnografico e il Comune di Premana
organizzano

Sabato 17 dicembre 2016, ore 16
presso il Museo Etnografico di Premana
Ol me’ bontemp
1973-1974: la Ricerca Adda a Premana

Premana

L’incontro ricorderà Franco Coggiola (1939-1996), ricercatore e presidente dell’Istituto Ernesto de Martino, con un omaggio a Romilda Berera Spazzadeschi (1904-1985), cantora premanese.

Nei primi anni ’70 i ricercatori dell’Istituto Ernesto de Martino effettuarono una ricerca lungo il corso del fiume Adda.
La ricerca fu realizzata grazie al contributo della Regione Lombardia e attualmente è anche consultabile nella pagina web dell’Archivio di Etnografia e Storia Sociale (AESS).
La ricerca si concentrò maggiormente su 4 aree principali: Valtellina, sponda Lariana, corso Brianteo-Bergamasco e infine il corso inferiore fino alla confluenza col fiume Po.
Si tratta in prevalenza di interviste inerenti la storia locale, i lavori artigianali e le tradizioni popolari.
Premana fu uno dei comuni toccati dalla ricerca.

L’iniziativa di sabato 17, resa possibile grazie all’impegno di Cristina Melazzi, vuole rendere a quella comunità le voci e le storie registrate allora.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail