Il de Martino 16-17/05 – Giorni Cantati. La seconda vita del Circolo Gianni Bosio

Il de Martino
Rivista dell’Istituto Ernesto de Martino
per la conoscenza critica e la presenza alternativa
del mondo popolare e proletario

N. 16-17, 2005; pgg. 334, € 20

Giorni Cantati.
La seconda vita del Circolo Gianni Bosio

a cura del Circolo Gianni Bosio di Roma

Questo numero de “Il de Martino” esce grazie al contributo
della Regione Lazio, Assessorato alla Cultura, Spettacolo e Sport

Sommario

  • Presentazione
    • Alessandro Portelli, Il Circolo Gianni Bosio: una lunga passione
  • Introduzioni
    • Ezio Brunis, Pietro De Acutis, Ottave per il Circolo Gianni Bosio
    • Giovanna Marini, Il Circolo Gianni Bosio
    • Statuto dell’Associazione “Circolo Gianni Bosio” – Premessa
    • Leonardo Pulcini, La cacciata dei baroni della Leonessa
  • Ricerche
    • Susanna Cerboni, Una ricerca-intervento a Guardavalle, Calabria Ionica: uno sguardo retrospettivo
    • Bruno Bonomo, L’ultimo fronte: guerra, liberazione e memoria a Valmontone
    • Timoteo Fusano, L’armata della terra
    • Alessandro Portelli, Memoria e globalizzazione: la lotta contro la chiusura degli Acciai Speciali a Terni, 2004-2005
    • Dante Bartolini, Il 12 dicembre a mattina
    • Alessandro Portelli, Generazioni a Genova, luglio 2001
  • Suoni e immagini
    • Enrico Grammaroli, Diego Luciffredi, Santi Minasii, L’archivio “Franco Coggiola”
    • Sylvie Genovese, L’ascolto innanzitutto. La Scuola di Musiche del Circolo Gianni Bosio
    • Sylvie Genovese, L’amor
    • Sara Modigliani, La Sbanda del Bosio
    • Romolo Balzani, Tutti romani
    • Marco Fornarola, Scenografia di una città. Un film sulla memoria antifascista a Tivoli
    • Rino Arbia, Bosio Cinema: uno sguardo in più
  • Ricerche / Roma
    • Bruno Bonomo, Alessandro Portelli, Alice Sotgia, Ulrike Viccaro, Storie dalla periferia romana: Centocelle
    • Armandino Liberti, Noi de borgata
    • Ulrike Viccaro, Carnevale d’autunno: San Martino a Borgata Gordiani
    • Stefania Ficacci, Il Borghetto degli Angeli e il sogno differito
    • O Roma Roma città tanto cara
  • Migrazioni
    • Cristina Ali Farah, Voci afroitaliane: uno spazio di dialogo
    • Zeinab (a cura di Cristina Ali Farah), Giorno per giorno io adesso vivo. Dal Libano a Roma
    • Igiaba Scego, Storia d’amore e di piedi
    • Telma Bessa, Molte memorie, altre storie: nordestini brasiliani a Roma
  • Interviste
    • Daniela Panzieri (a cura di Maria Pallone), Ho avuto sempre dalla mia la fortuna di comunque sapere e volere giocare
    • Mildred Shackleford (a cura di Alessandro Portelli), Non ho mai avuto molto rispetto per l’autorità
    • Claudio Cianca (a cura di Ulrike Viccaro), Orsù compagni della cittadella. Storie, poesie e canzoni di un comunista libertario
    • Goffredo Cappelletti (a cura di Alessandro Portelli), Resistenza e Donna Olimpia
    • Giusy Incalza, Elisei Augusto, comunista schedato
    • Shlomo Venezia (a cura di Maria Chiara Mattesini
      e Alessandro Portelli), Non è obbligato credere. Però quei pochi che credono raccontino
  • Dischi
    • Riccardo Colotti, Tutti ciànno qualche cosa
    • Susanna Cerboni, Tre dischi e più…
    • Tonino Zurlo, Jata viènde
    • Domenico Starnone, Giovanna Marini, Moni Ovadia, Due dischi, tre interventi
    • Piero Brega, Autobiografia di un cantautore
    • Piero Brega, Tuscolana
    • Le pubblicazioni del Circolo Gianni Bosio
  • Trascrizioni
    • Sylvie Genovese, Tra/scrivere
    • Trascrizioni musicali
      • Ottave per il circolo Gianni Bosio
      • Noi de borgata
      • O Roma Roma
      • L’amor
      • Tutti romani
      • L’armata della terra
      • Il 12 dicembre
      • Tutti ciànno qualche cosa
      • Jata viènde
      • Tuscolana
  • Libri ricevuti
  • Ricordo
    • Michele Capuano, Mio fratello, l’architetto dei poveri

* * *

Il Circolo Gianni Bosio è una delle molte diramazioni dell’Istituto Ernesto de Martino. Lo fondammo a Roma nel 1972, a casa di Giovanna Marini […]. Fondammo prima un bollettino e poi una rivista dal titolo I giorni cantati che ebbe molte reincarnazioni fino all’inizio degli anni ’90, e una scuola di musica […], facemmo ricerca su campo di musica popolare, scoprimmo la storia orale, organizzammo spettacoli e seminari.
Poi i tempi si fecero più difficili, anche perché non avevamo sponsor […] e di fatto all’inizio degli anni ’90 il Circolo Gianni Bosio non esisteva più.
[…] nel 1999 ci venne voglia di ricominciare: mandammo un messaggio in giro e alla “cena di reinaugurazione” […] ci trovammo un centinaio di persone, tutte legate in modi diversi alla storia del Circolo […]. Poi presero contatto con noi persone più giovani, che venivano dagli studi di antropologia e di storia all’università […], e da lì abbiamo ricominciato.

(dalla presentazione di Alessandro Portelli)

Ora che le forme più estreme dell’ideologia competitiva e privatistica si pongono come unica ideologia autorizzata, le differenze diventano disuguaglianze ed esclusioni: la valorizzazione della diversità e del pluralismo culturale e la costruzione dell’equità sociale sono un processo unico, e la nostra proposta culturale trova riscontro in fasce crescenti di soggettività sociali che stentano a riconoscersi nell’ideologia del mercato totale.

(dalla Premessa allo Statuto dell’Associazione “Circolo Gianni Bosio”)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail