InCanto 2014 – I paisan

Logo della Lega di Cultura di PiadenaDomenica 11 maggio si terrà l’apertura di InCanto 2014 (qui il programma completo) con I paisan, una giornata dedicata alla Lega di Cultura di Piadena, che dal 1967 documenta il mondo contadino della bassa padana e da oltre 20 anni organizza la più bella festa popolare dove si riuniscono musicisti e coristi di tutta Europa.

Programma

  • Ore 11.00
    Presentazione del CD Il mondo intero. La Festa della Lega di Cultura di Piadena, con interventi di Stefano Arrighetti (Istituto Ernesto de Martino), Alessandro Portelli (Circolo Gianni Bosio di Roma), Giuseppe Morandi e Gianfranco Azzali (Lega di Cultura di Piadena)
  • Ore 12.30
    Pranzo popolare su prenotazione (potete usare anche il numero cellulare 334.6156412)
  • Ore 15.00
    I canti dei gruppi musicali presenti nel CD con I giorni cantati, Jagjit Rai Metha, Peto e Leo, Suonatori terra terra, Lemusiquorum

L’iniziativa si terrà presso la sede dell’Istituto e sarà a ingresso libero.

Dal comunicato stampa: «Gianni Bosio aveva un sogno, un grande progetto politico: disseminare l’Italia di Leghe di cultura che, sul modello delle leghe di resistenza contadine delle campagne padane fra Otto e Novecento, dovevano mettere al centro della loro azione di emancipazione politica le attività culturali nel territorio, documentando il mondo del lavoro e le culture popolari, grazie a ‘intellettuali rovesciati’ e ‘organizzatori di cultura’ che superando vecchi steccati tra  intellettuali e classi popolari producevano una ‘nuova cultura’.
Nacquero decine di gruppi di base collegati tra loro in rete e con modello di riferimento l’Istituto Ernesto de Martino. Una bella stagione, fra anni ’60 e ’70, di politica, cultura, arte, musica, teatro, ricerca sul campo, che anni di riflusso e di sconfitte politiche hanno scalfito ma mai del tutto cancellato, anzi, da alcuni anni c’è stata una rinascita del canto sociale e dell’associazionismo di base e la Festa di Piadena è un luogo simbolico di questa nuova ‘primavera’ della musica popolare.
La Lega di Piadena è dal 1967 l’organismo che meglio di altri ha realizzato il ‘sogno’ di Bosio, con i libri fotografici di Giuseppe Morandi, i quaderni della Biblioteca Popolare, i libri di inchiesta sulle condizioni dei lavoratori salariati delle campagne, i film sui “Paisan”, le canzoni del gruppo “I giorni cantati” e la grande festa che ogni anno si tiene a fine marzo nella cascina del “Micio”, Gianfranco Azzali, fondatore e ‘commissario politico’ della Lega di cultura di Piadena.
Nella casa Azzali, famiglia di ‘bergamini’ (mungitore di mucche), si è realizzata la più grande e partecipata Università Popolare del nostro Paese, dove sono passati Bernardo Bertolucci per le riprese del suo “Novecento” e tanti studiosi, registi, scrittori (il compianto Antonio Tabucchi), e tantissimi coristi e musicisti, compagni e compagne dei gruppi di canto, delle bande e delle corali ‘militanti’.
Il CD “IL MONDO INTERO. La Festa della Lega di Cultura di Piadena” (2014) ne racconta le storie, le voci e i suoni, grazie al sapiente montaggio di Sandro Portelli, presidente del Circolo Gianni Bosio di Roma. Dai repertori storici del canto sociale al folk revival, al cantautorato di impegno civile, fino ai gruppi spontanei e le corali, le bande, e da alcuni anni, le musiche dei migranti, dei nuovi cittadini e lavoratori delle campagne piadenesi, fino alle corali francesi, spagnole e portoghesi che hanno arricchito di nuovi suoni il meeting più seguito e colorato del canto sociale in Italia»

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail