Calendario popolare

Il Dopolavoroferroviario di Pisa e Mondostazione, con il patrocinio del Comune di Pisa e dell’Associazione pugliesi a Pisa, presentano

Calendario popolare

Una rassegna di sette incontri pubblici, a cadenza mensile, aperti ai soci e alla cittadinanza, da novembre 2018 a maggio 2019, con protagonisti di caratura nazionale della musica e della cultura popolare italiana.

Confermando una formula già sperimentata nel corso dell’anno sociale passato, gli incontri prevedono seminari e laboratori, conferenze ed esibizioni semi-acustiche degli ospiti della giornata.

Ogni serata sarà preceduta da un momento conviviale e da una cena sociale.

Calendario popolare verrà inaugurato sabato 17 novembre con una giornata dedicata alla musica popolare del Salento. Ospiti d’eccezione Enza Pagliara e Dario Muci, due protagonisti assoluti da più di vent’anni della rinascita della cultura popolare di terra d’Otranto.

Dalle 17 alle 19 i due artisti pugliesi terranno un laboratorio sulla vocalità salentina aperto a tutti.

Alle 20 cena sociale, con la degustazione dei prodotti pugliesi di Friscu, nota azienda casearia di Pisa, del frantoio Perniola e del forno Dambrosio, premiate ditte di Altamura.

Alle 21 Marea, concerto unplugged di Enza Pagliara e Dario Muci in cui presenteranno il loro ultimo lavoro discografico.

Per informazioni, contatti e prenotazioni per il laboratorio, la cena sociale e il concerto, telefonare al 392.6204.561 oppure inviare una e-mail all’indirizzo francescosalvadore2@gmail.com.

Gli altri appuntamenti di Calendario popolare

Il 15 dicembre 2018, ospite Ettore Castagna, antropologo, ricercatore e profondo conoscitore della tradizione etnomusicologica calabrese, che presenterà, con un originale reading-concerto, Tredici gol dalla bandierina, suo ultimo romanzo edito da Rubbettino.

Il 19 gennaio 2019 Nando Citarella, cantante, attore, musicista, fondatore de I tamburi del Vesuvio, terrà un laboratorio di canto e tamburo campano, una conferenza a quattro mani con Maria Piscopo, responsabile delle danze tradizionali di Mondostazione, sul tema del rapporto fra la musica tradizionale campana e il colto partenopeo, e un concerto “solo” con cui ripercorrerà la sua carriera.

Il 23 febbraio sarà di scena la Toscana: Riccardo Tesi e Maurizio Geri, massimi esponenti della musica popolare toscana, terranno un laboratorio di musica d’insieme sui canti di tradizione popolare e il concerto Noi e Caterina, un omaggio sentito a Caterina Bueno da due dei suoi musicisti storici.

Il 23 marzo ancora la Calabria, questa volta per un laboratorio intensivo di danza della valle del Sant’Agata, la tradizionale tarantella del sud della Calabria, a cura di Agata Scopelliti, massima esperta della coreutica popolare calabrese, e un concerto “a ballu” con Piero Crucitti e Davide Ambrogio.

Il 13 aprile un appuntamento imperdibile con Lucilla Galeazzi, umbra di Terni, una delle voci più preziose nel panorama della musica popolare italiana: anche per lei un seminario di canto popolare e un concerto dal titolo Cuore e acciaio, sui canti sociali di tradizione operaia di Terni.

Ultimo appuntamento il 18 maggio, con una giornata dedicata alla Grecia: Filiò Sotiraki, Carmelo Cacciola e Dimitris Kotsiouros tracceranno un viaggio suggestivo fra la musica tradizionale ellenica e il rebetico.

Calendario popolare 2018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail