InCanto 1999 – Fotografie di Angela Chiti

[ Vedi l’articolo relativo ]

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

InCanto 1999

Istituto Ernesto de Martino
Comune di Sesto Fiorentino
Assessorato alla cultura

presentano

InCanto 1999
Rassegna del canto di tradizione orale
e di nuova espressività musicale in Italia

Lavoro / non lavoro

Dall’1 maggio al 5 giugno

[ Vedi le fotografie di Angela Chiti ]

Lavoro / non lavoro: un’introduzione

Lavoro/non lavoro fu questione della fine Ottocento e primo Novecento, della prima industria (filanda) come dei lavoratori agricoli collettivizzati (risaia).
Lavoro/non lavoro fu questione assai pressante del primo dopoguerra: portò al diciannovismo, alla Grande paura come conseguenza dell’occupazione delle fabbriche, alla nascita dell’Ordine Nuovo di Antonio Gramsci e alla scissione del Psi nel ’21, e quindi alla fondazione del Partito Comunista Italiano.
Lavoro/non lavoro fu questione importante del secondo dopoguerra: alla grande chiamata delle delle fabbriche al nord con l’immigrazione forte di centinai di migliaia di meridionali e di mano d’opera comunque proveniente dalle zone depresse del paese, fece seguito il fortissimo calo di occupazione della seconda metà degli anni Cinquanta che portò a una notevole emigrazione verso paesi europei in grado di offrire lavoro.
Lavoro/non lavoro: è il presente stante, frutto di una terzializzazione selvaggia e della deindustrializzazione e della frammentazione sociali.
Lavoro/non lavoro è, dunque, emergenza nazionale, anzi europea; tutti si impegnano per difendere il lavoro nostrale, rendendolo magari più “flessibile” e sottopagandolo.
L’Istituto Ernesto de Martino vuole mettere al centro della quinta edizione di InCanto la materialità, la concretezza di precise condizioni di vita delle donne e degli uomini.
Proveremo a far parlare i protagonisti e le situazioni reali attraverso la musica e le canzoni, ma non solo.

P R O G R A M M A

La Mostra (in collaborazione con Arci Gola – Slow Food)
BACCO IN TOSCANA – Fotografie di Carlo Leidi
Dall’1 maggio al 5 giugno
Villa San Lorenzo al Prato, Via Scardassieri 47, Sesto Fiorentino (FI)
Sabato 1° maggio
Ore 15.30: inaugurazione della mostra
Ore 16.00: concerto di Caterina Bueno

I concerti

Venerdì 7 maggio, ore 21.15
MIMMO E SANDRA BONINELLI
LE MONDINE DI CORREGGIO
“La filanda e la risaia”

Venerdì 14 maggio, ore 21.15
Il Nuovo Canzoniere Italiano con FAUSTO AMODEI, GUALTIERO BERTELLI, MIMMO E SANDRA BONINELLI, PAOLO CIARCHI, CLAUDIO CORMIO, LUCILLA GALEAZZI
Per una canzone operaia

Venerdì 21 maggio, ore 21.15
OFFICINE SCHWARTZ
La fabbrica in azione

Sabato 5 giugno, ore 21.15
MAU MAU
Lo scenario urbano

Tutti i concerti si terranno al Teatro della Limonaia,
via Gramsci 426, Sesto Fiorentino (FI)
Per informazioni e prenotazioni: 055/440852
Prevendita Box Office tel. 055/210804

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Porto Franco

Regione Toscana / Assessorato alla Cultura
Comune di Sesto Fiorentino
Istituto Ernesto de Martino

presentano

16 ottobre 1999, ore 10
presso l’Istituto Ernesto de Martino

Ospitalità, contaminazione culturale: convivenza civile
Convegno

Ospitalità.
C’è chi ospita, c’è chi è ospitato.
Questo preclude le condizioni della parità poiché c’è sempre qualcuno che deve qualcosa a un altro: gratitudine, non fosse altro.

Contaminazione.
È quanto comincia ad avvenire per la via necessitata dell’interscambio culturale, base irrinunciabile per la conoscenza reciproca da costruire.

Ospitare contaminando, contaminare ospitando, è la premessa per la società multietnica che si vuole e si deve costruire.
Sia chiaro, tutto questo può avvenire per via burocratica o addirittura per via coercitiva; certo è che tali strade non portano a quella convivenza civile che è la ragion d’essere del nostro operare e l’ubi consistam di questo convegno.

Introduce portando i saluti dell’amministrazione comunale di Sesto Fiorentino il Sindaco Andrea Barducci.

Relazioni di

  • Roberto Beneduce, etnopsichiatra – Centro F. Fanon, Torino
  • Tom Benettolo, presidente Arci Nazionale
  • Vittorio Agnoletto, presidente LILA
  • Annamaria Rivera, antropologa – docente Università di Bari
  • Pablo Salazar, operatore sociale, Firenze
  • Mario Agostinelli, segretario regionale CGIL Lombardia
  • Bruno Cartosio, americanista – docente Università di Bergamo
  • Mimmo Boninelli, responsabile Ufficio Stranieri Comune di Bergamo
  • Eugenio Torrese, Ufficio Stranieri Comune di Bergamo
  • Moreno Biagioni, responsabile Ufficio Immigrati Comune di Firenze
  • Massimo Livi Bacci, demografo – docente Università di Firenze
  • Don Alessandro Santoro, parroco delle piagge, Firenze
  • Franco Cazzola, assessore alla cultura della regione Toscana
  • Carlo Sini, filosofo – docente Università Statale di Milano
  • Ivan Della Mea, presidente Istituto Ernesto de Martino
  • Alessandro Martini, assessore alle Politiche Sociali, Comune S. Fiorentino

Programma realizzato con il contributo delle banche tesoriere della Regione Toscana: Banca del Monte dei Paschi di Siena, Banca Nazionale del Lavoro, Banca Toscana, Cassa di Risparmio di Firenze, Cassa di Risparmio di Lucca, Cassa di Risparmio di Pisa, Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, Cassa di Risparmio di San Miniato

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail