Torna Altraterra, festival di musica popolare

Altraterra Festival - Logo

Altraterra
Festival di musica popolare
18-19-20 agosto 2017
Piazza del Grano, Asciano (SI)

Musica, passione e cibo a “chilometro vero”: sono questi gli ingredienti della settima edizione di Altraterra, l’originalissimo festival di musica popolare che dal 18 al 20 agosto regala atmosfere e spettacoli unici (tutti a ingresso libero) nel bellissimo centro storico di Asciano (Siena).
In un meraviglioso paese ancora a misura d’uomo si rinnova l’appuntamento con la rassegna dedicata alla tradizione: saperi e sapori antichi sono i veri protagonisti di questo evento che si svolge in un palcoscenico d’eccezione qual è quello di Piazza del Grano, la piazza più bella e più “storica” del piccolo centro nel cuore delle crete senesi.
Qui per tre giorni si suona, si balla e si mangia.
Altraterra nutre così il corpo proponendo la “cucina a chilometro vero” basata su materie prime di qualità e di stagione che abbiano identità, specificità e filiera di produzione rintracciabile che permetta di privilegiare il rapporto diretto con i produttori.
Ma Altraterra nutre anche l’anima e propone spettacoli che sfidano le mode e si pongono come obiettivo quello di recuperare la memoria e testimoniare di come anche la storia sia cosa viva e attuale.

— PROGRAMMA —

VENERDÌ 18 AGOSTO
GIUSEPPE MOFFA

Giuseppe Moffa è un polistrumentista molisano che riesce a unire nel suo repertorio le indiscutibili influenze sonore della sua terra al blues più nero.
Il mondo popolare meridionale è il punto di partenza per un viaggio musicale alla scoperta del mondo interiore del cantautore che si esprime usando voce, chitarra, zampogna, mescolando ritmo e melodia con precisione accademica. L’orchestrazione delle canzoni è realizzata attraverso un’originale e attraente combinazione di strumenti tradizionali e materiali di matrice “blues”, “popular” e “world”. Dalla musica classica al blues al jazz, ogni corrente musicale trova una forma nel suo repertorio.
Ad accompagnare Moffa troveremo Alessandro D’Alessandro all’organetto e live electronics. Musicista di esperienza da sempre interessato alle più varie forme musicali, si dedica principalmente alla contaminazione dell’organetto con stili e armonie non propriamente di matrice popolare.

SABATO 19 AGOSTO
LA SERPE D’ORO

​La Toscana, come non l’avete mai creduta. Lontana dai lindi cascinali di réclame da cartolina, dall’impertinenza leccata di certo cinema commerciale: la Toscana è terra dura, indomita, diversa, così come i suoi abitanti.
Che sono laici e, vivendo qualsiasi rapporto come conflitto, tutto mettono in questione, dai sentimenti ai valori: in Toscana, prima terra nella storia ad abolire la pena di morte, niente è intoccabile, da sempre, né la mamma né Dio. E le sue canzoni lo dimostrano: aspre, divertenti, sprezzanti, puntute. Irresistibili.
Tra Cecco Angiolieri e Curzio Malaparte, tra Maremma amara e gli stornelli, un’esperienza musicale e linguistica senza uguali, con un suono scientemente bastardo e abbacinante, fatto di strumenti antichissimi ed elettricità.
Ché i nostri nonni erano punk senza nemmen saperlo. E Toscani randagi, il disco d’esordio del gruppo snodato tra Siena e Lucca, è lì a dimostrarlo.

DOMENICA 20 AGOSTO
RABBIA ROSA

Il progetto nasce dai testi e dalle canzoni di Rosa Balistreri, cantante, ricercatrice e interprete della grande tradizione del folklore musicale siciliano e tra le prime a denunciare la condizione delle donne e dei lavoratori nella Sicilia del ‘900.
Il progetto “Rabbia Rosa” ripensa in modo contemporaneo il folk siciliano di Rosa Balistreri attraverso una reinterpretazione dei brani e dei testi arrangiati sia con strumenti caratteristici del folklore sia con strumenti moderni. Un progetto che prende spezie e sapori delle tradizioni musicali più disparate, dall’oriente ai Balcani, dal western al rock, mantenendo forte la sua matrice popolare. Le scelte sonore ispirano ai luoghi e alle azioni descritte nei testi, dando allo spettacolo un’atmosfera e un colore insieme arcaico e moderno. Il repertorio, cantato in Licatese, il dialetto del suo paese d’origine, prevede canzoni note e meno note cantate a suo tempo da Rosa.

DALLE ORE 20.00 ATTIVO PUNTO RISTORO A KM VERO

GLI SPETTACOLI SONO GRATUITI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

La nostra idea di Europa: tana libera tutti

Locandina 28 maggio 2017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Il 25 aprile a Fosdinovo

Ecco finalmente il programma del concertone del 25 aprile a Fosdinovo, che inizierà alle 14 e andrà avanti fino a buio! L’Istituto de Martino sarà presente, come ogni anno, con le tessere, i libri, i dischi, cd, dvd, la nostra rivista e una speciale selezione di materiali storici del nostro archivio (locandine, lp, ciclostilati, varie pubblicazioni delle Edizioni del Gallo, come gli unici e introvabili Strumenti di Lavoro).

Aspettatevi tante altre sorprese quest’anno. Siamo sommersi dalle prenotazioni per il pranzo sociale “Prendete ciò che volete e date ciò che potete”, affrettatevi per avere il vostro posto a tavola garantito, chiamando o meglio scrivendo (su Whatsapp) al 3290099418 e 3470004950.

I gruppi che interverranno al concerto sono: Coro Garibaldi d’Assalto; Suonatori Terra Terra; Nai et les hommes du monde; Orchestra Filarmonica Fatica & Sudore; Maz Vilander & Makadam Zena; Giacomo Sferlazzo; Paolo Ciarchi, Isabella Cagnardi & Claudio Cormio; Alessio Lega; Davide Giromini, Francesco Pelosi & Rocco Rosignoli; Blips; Pogaroba; Contratto Sociale; Visibì; Sindacato del Mojo; Los Caimanos.

Locandina 25 aprile 2017 Fosdinovo

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Mimmo Boninelli

Associazione Generale di Mutuo Soccorso – Bergamo
in collaborazione con Circolino

presenta

Mimmo Boninelli

Sabato 6 maggio 2017, ore 16.00
Via Zambonate, 33
Bergamo

Mimmo Boninelli

«Oggi occuparsi di cultura è avere cura di ciò che ci dovrebbe essere ma
ancora non c’è: è un mare infinito di lavori da mettere in cantiere».
Mimmo Boninelli

Ispirandoci a queste sue parole vorremmo attraverso testimonianze, letture e canti degli amici, ricordare l’impegno sociale e politico, nella cultura, nel canto e nella ricerca che Mimmo ci ha regalato.
La poliedrica personalità di Mimmo, il suo impegno in campo sociale e politico, le sue ricerche storiche, la sua profonda conoscenza del canto popolare, la sua creatività artistica e la sua personalità di cantautore saranno presentate con testimonianze, video, foto e ascolto di canti dal vivo.
L’evento sarà una sorta di incontro di quanti, suoi amici o conoscenti, vogliono tramandare la carica di entusiasmo di Mimmo, la sua profonda cultura, la sua costante attenzione alla vita e alle speranze dei più deboli o sfruttati.
Sarà proprio quest’ultimo atteggiamento, la sua sensibilità e attenzione alla persona, a dare ai partecipanti la chiave di lettura delle tante attività svolte da Mimmo Boninelli.
Interverranno tra gli altri la sorella Sandra Boninelli, Roberta Marchetti della Fondazione Bergamo nella Storia, Giampiero Valoti ricercatore, il prof. Francesco Trombetta e Claudio Merati della Mutuo Soccorso.
Durante l’evento sarà presentato e diffuso un CD appositamente edito per l’occasione, contenente registrazioni di canti di Mimmo registrati dal vivo.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Canti dei campi e delle miniere

Il Musil – Museo dell’industria e del lavoro – di Cedegolo (Bs) presenta

Canti dei campi e delle miniere
Concerto di Sandra Boninelli
con Angelo Bonfanti e Michele Dal Lago

Sabato 22 aprile 2017, ore 17.30
Via Roma 48, Cedegolo (Bs)

Lo spettacolo racconta, attraverso testi e musiche, la storia, l’esperienza di vita, di lavoro, e la memoria dei minatori italiani e statunitensi nella prima metà del novecento.

Per maggiori informazioni
cedegolo@musilbrescia.it
tel. 342 8475113

Con il patrocinio di CGIL

www.musilbrescia.it

 Canti dei campi e delle miniere - Locandina

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail